Appuntamento dal 1 al 4 Ottobre 2020 a Trieste, in Piazza Unità d’Italia!

Appuntamento dal 1 al 4 Ottobre 2020 a Trieste, in Piazza Unità d’Italia!

Bellezza, sostenibilita’, economia: domani a Link Festival del Giornalismo le ricette per sopravvivere all’anno del covid.

Bellezza, sostenibilita’, economia: domani a Link Festival del Giornalismo le ricette per sopravvivere all’anno del covid.

TRIESTE – Si parla di bellezza, di sostenibilità, di economia nell’ultima giornata di Link Festival del giornalismo nella giornata conclusivadomenica 4 ottobre: un’indagine a più voci per capire “che mondo farà” dopo gli eventi del 2020 pandemico ed esplorare ricette utili ad affrontare e rilanciare nell’anno del covid. L’attrice Simona Marchini per la prima volta presenta a Trieste il suo progetto di “bellezza” per le giovani generazioni, si parlerà di “buonismo” e buonisti con Geppi Cucciari e Luca Bottura, ci si chiederà se “La nave va” con il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, che in video collegamento dialogherà con l’AD Fincantieri Giuseppe Bono, il direttore del quotidiano Il Piccolo Enrico Grazioli, il responsabile della sede ANSA FVG Francesco De Filippo, la presidente FriulAdria Crédit Agricole Chiara Mio. 

Appuntamento dalle 10 nella Fincantieri Newsroom di Piazza Unità a Trieste: si parte con Buongiorno Trieste: protagonisti i giornalisti Marco Stabile di Telequattro, Francesca Busolini di Radio Punto Zero, Riccardo Pilat di Triestecafè, assieme ad Alessandro Martegani, segretario di Assostampa Fvg.

Alle 11, il neodirettore di Rainews24 Andrea Vianello, racconterà la sua esperienza dopo l’ictus che lo ha colpito più di un anno fa, nel libro “Ogni Parola che sapevo” (Mondadori), un viaggio in un inferno molto diffuso, l’ictus e i suoi danni, che a volte presenta un percorso terapeutico e riabilitativo che non esclude il ritorno. Il libro di Andrea Vianello racconta e dimostra che le parole perdute sono state, in qualche modo, tutte recuperate: non solo, a quelle che già sapeva ne ha aggiunte di nuove..

 “Quale domani?” titola il panel delle 12 che vedrà protagonista il Governatore della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervistato dalla giornalista e conduttrice del programma Rai1 “Oggi è un altro giorno”, Serena Bortone

Ma chi salverà le nuove generazioni dal vuoto, dalla violenza e dal degrado della società moderna se non l’arte, la cultura e la bellezza? Proprio questi sono i presupposti del progetto di formazione che Simona Marchini, attrice e regista teatrale, impegnata e appassionata promotrice della cultura, per la prima volta presenterà pubblicamente a Link Festival domani alle 16, in dialogo con la psicoterapeuta Maria Rita Parsi, presidente della Fondazione Movimento Bambino, che sarà in video collegamento.

Sul piano non solo economico, ma anche degli scenari futuri del Nord Est d’Italia nel contesto di una difficile ripresa, spicca la tavola rotonda delle 18 che vedrà protagonista il Ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, impegnato in video collegamento nel confronto con l’AD Fincantieri Giuseppe Bono, la Presidente di FriulAdria Crédit Agricole Chiara Mio, il direttore del quotidiano Il Piccolo Enrico Grazioli e il responsabile della sede FVG dell’Agenzia ANSA, Francesco De Filippo.

Gran finale di Link 2020, domani alle 19 nella Fincantieri Newsroom, all’insegna della verve e dell’ironia diGeppi Cucciari e Luca Bottura, a Trieste per un dialogo che prende spunto proprio dall’ultimo libro di Bottura “Buonisti un Cazzo” (Feltrinelli): un racconto divertente e spietato di quel disorientato pezzo d’Italia che non si sente sovranista. “Non è vero che c’è da vergognarsi per aver studiato – spiega Bottura – Pagare le tasse non è da sfigati. L’Europa non è una prigione. Non dobbiamo aiutarli a casa loro: dobbiamo accogliere chi abbiamo contribuito ad affamare. Imitare i populisti non farà vincere le elezioni a nessuno”. Bottura ha scritto una biografia collettiva di quel pezzo di Paese, un racconto autoironico, demoralizzato ma non vinto, pronto a ridere dei propri nemici e dei propri amici.

Link Festival del giornalismo è organizzato da Prandicom e promosso in partnership con Fincantieri, con la collaborazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Trieste, della Fondazione CRTrieste e di Crédit Agricole Friuladria, Link Festival è curato da Francesca Fresa e realizzato sotto l’egida della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti e con la RAI main media partner. 

Link Festival del giornalismo si svolge in collaborazione con il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020, in programma fino all’8 ottobre in tutta Italia e in rete per iniziativa della Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che riunisce oltre 270 organizzazioni del mondo economico e sociale, impegnata sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu. Una manifestazione concepita per mobilitare tutta la popolazione, i territori, le imprese, le università e le scuole, le istituzioni e i media per diffondere nel Paese la cultura della sostenibilità, obiettivo che Link Festival 2020 ha fatto proprio attraverso questa adesione. Link 2020 aderisce a “No women, No panel” la campagna promossa dalla Commissione Europea che prevede la presenza di almeno una figura femminile per ogni incontro o convegno negli eventi programmati e punta a sensibilizzare sia gli stakeholders che l’opinione pubblica in merito all’equilibro di genere nei panel ed eventi pubblici. 

L’ingresso alla Fincantieri Newsroom è libero e gratuito fino a esaurimento dei posti a sedere. È possibile prenotare il proprio posto con la compilazione e la firma del modulo di autocertificazione anticovid, disponibile presso Ticket Point in corso italia 6/c: Da giovedì 1 ottobre a partire dalle 17 e per tutta la durata del festival, le prenotazioni si possono effettuare al desk ticket point all’ingresso della Fincantieri Newsroom (lato Caffè degli Specchi).

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email